"Vini di struttura e personalità dagli aromi ricercati"


Comprende quella fascia di terreno che si estende tra la valle del fiume Isonzo e l'alta pianura della provincia di Gorizia, un altopiano di ghiaie profonde portate a valle dalle acque di scioglimento dei ghiacciai delle Alpi orientali in cui la protezione delle Alpi e la vicinanza al mare favoriscono un clima tipicamente mediterraneo.
La fascia tra Gorizia e Cormòns, sulla riva destra dell'Isonzo, è più fresca: qui si concentra gran parte dei vigneti a varietà bianca, che danno vini strutturati ma di grande equilibrio anche aromatico. Nella zona tra Gradisca, Romans e Mariano, più calda e sottoposta ad un costante ventilazione, spesso si trovano piantate varietà rosse. La riva sinistra del'Isonzo, più meridionale, gode di un apporto più marcato dell'influsso adriatico ed ha un suolo più sabbioso, adatto a vini più freschi.

Approfonditi studi di zonazione hanno così portato alla ripartizione del territorio in due aree omogenee per tipologie di terreni e di clima, denominate Rive Alte e Rive di Giare, amministrate e gestite da marchi collettivi controllati dal Consorzio di Tutela.
I vini dell'Isonzo riflettono questa complessità di microclima, suolo e know-how. Se i rossi sanno raggiungere un'ottima complessità, i bianchi sono strutturati, non mancano di equilibrio e spiccano per le complesse sfumature aromatiche e la predisposizione all'evoluzione nel tempo.

www.vinidocisonzo.it